Prestiti Cambializzati per Autonomi e P.IVA cattivi pagatori

Prestiti Cambializzati 360
Prestiti Cambializzati 360

Quando si parla di autonomi segnalati come cattivi pagatori spesso i prestiti cambializzati sono l'unica soluzione possibile. Le cambiali, infatti, rappresentano una buona garanzia per l'istituto di credito a partire dalla quale si decide di procedere con la procedura di richiesta del finanziamento.

Sono spesso gli autonomi segnalati come cattivi pagatori coloro che fanno richiesta di prestiti cambializzati, Poiché trovano difficile poter avere accesso ad un finanziamento senza offrire delle garanzie aggiuntive (come quelle fornite da una cambiale, appunto).

Se vai di fretta, chiedi ora un preventivo gratis e senza impegno, altrimenti continua a leggere per entrare nel dettaglio di questo finanziamento.

Prestiti per autonomi e P.IVA cattivi pagatori

Questo accade perché gli autonomi, a differenza dei lavoratori dipendenti, non hanno a loro vantaggio le garanzie derivanti dal proprio lavoro: non c'è stipendio e non c'è TFR e gli incassi mensili che si fanno dipendono al 100% dai propri sforzi. Per questo motivo anche gli istituti di credito sono sempre molto più restii a concedere un finanziamento a chi è dipendente di sé stesso a meno che ci siano delle garanzie sufficientemente valide. Tra esse solitamente sono accettate una fidejussione, gli incassi dell'affitto da un immobile di proprietà, oppure una cambiale.

Proprio quest'ultima è una delle migliori garanzie in assoluto, perché è un titolo esecutivo che può essere facilmente riscosso da parte dell'istituto di credito se il debitore, per qualunque motivo, non riesce a pagare puntualmente le rate periodiche di rimborso del finanziamento.

Ovviamente, maggiori saranno le garanzie presentate e più alta sarà la somma di denaro che si potrà ottenere come finanziamento.

Prestiti cambializzati per autonomi: l'assicurazione sulla vita

Per poter avere un prestito con cambiali è importante, per il lavoratore autonomo, presentare una polizza vita (meglio se sottoscritta da almeno 2 anni) che possa coprire sia il cliente che la banca nel caso di incidenti che possano far venire meno la capacità lavorativa del debitore.

Prestiti cambializzati per autonomi: le caratteristiche del finanziamento

Per quanto riguarda le caratteristiche del finanziamento, di solito la somma massima che si può avere arriva fino a 30.000 o 50.000 euro a seconda della finanziaria cui ci si rivolge. La durata può arrivare anche fino a 120 mesi e anch'essa dipende dalla finanziaria (oltre che dall'importo ottenuto, tenendo presente che a maggior importo corrisponde solitamente una maggiore durata).

L'ottenimento della somma di denaro avviene di solito tramite accredito del prestito sul proprio conto corrente bancario, tranne nel caso in cui si chieda un prestito cambializzato a domicilio, modalità con la quale si può ricevere a casa un assegno intestato e proprio nome (la dicitura "prestito cambializzato a domicilio" può riferirsi anche alla possibilità di fare domanda di prestiti con cambiali on-line).

Preventivo in 5 minuti »

Conclusioni finali

E' importante pagare in maniera puntuale le rate del prestito, altrimenti si rischia di subire un protesto e di essere iscritto nel registro dei protestati.

I documenti di cui si ha bisogno per fare domanda sono solitamente i seguenti:

  • Copia del codice fiscale e della carta di identità
  • Copia di un documento attestante il reddito (il modello unico nel caso degli autonomi)

Tenete presente che i documenti minimi necessari possono variare a seconda della banca e della finanziaria, dunque informarsi è d'obbligo.

 Voto: 4.6 /5  (5 voti)