Cambiale Tratta, Guida 2018

Prestiti Cambializzati 360
Prestiti Cambializzati 360

Il bollo per una cambiale è fondamentale affinché sia un documento esecutivo, ovvero utilizzabile dall'istituto di credito come garanzia. Tutte le novità sul bollo della cambiale 2018.

La cambiale tratta è un titolo che contiene l'ordine di pagare, dato da un soggetto ad un altro, alla scadenza una certa somma di denaro in favore di una terza persona.

Le figure della cambiale

Sono tre le figure che entrano in gioco nella cambiale:

  • Il traente, ovvero colui che compila e sottoscrive (o firma) una cambiale e che dà, pertanto, l'ordine di pagamento;
  • Il trattario, cioè colui che è obbligato a pagare;
  • Il beneficiario, ovvero colui in favore del quale è emessa la cambiale, in pratica la persona che incassa il denaro.

Caratteristiche della cambiale

Si dice che la cambiale è uno strumento di pagamento ad "iniziativa del venditore", nel senso che è quest'ultimo che la compila e la firma, dando ordine al compratore di fare il pagamento.

Il trattario diventa obbligato nella procedura solo se accetta l'ordine di pagare. E' infatti nulla la cambiale che contiene sì l'ordine di pagamento, ma che non viene accettata dal trattrario.

A tal proposito, per testimoniare tale accettazione, essa viene scritta sulla cambiale: il trattario firma la cambiale vicino alla dicitura "per accettazione" o "accetto". In più, è fondamentale aggiungere anche la data di nascita del trattario e il suo codice fiscale.

Come accettare una cambiale, ricapitolando

Ecco dunque come può il trattario accettare una cambiale ed obbligarsi a pagare:

  • Egli deve firmare il titolo e deve apporre la firma autografa vicino a: Scritta "per accettazione" o "accetto"
  • La sua data di nascita Il suo codice fiscale

Se la tratta non è accettata dal trattario, diventa un'obbligazione per il traente (cioè per colui che l'ha emessa) e per gli eventuali giranti ed è un titolo esecutivo solo nei loro confronti.

Come è fatta una tratta

Partendo da questa immagine sotto di cambiale tratta vuota, vediamo come è fatta una tratta.

  • Luogo e data di emissione Somma in euro, da scrivere in stile 100,00. Dopo l'ultimo decimale è possibile mettere in cancelletto (#)
  • Indicazione della data di scadenza, cioè la data entro la quale il trattario deve pagare in favore del beneficiario;
  • Dicitura di pagherò / pagherete, nel caso di una cambiale tratta si indica "pagherete" (è l'ordine dato ad una terza persona. E' questa la differenza tra cambiale tratta e pagherò);
  • Indicazione del beneficiario Somma in euro scritta in lettere. In questo caso è possibile, volendo, scrivere solo i decimali a numero. Anche in questo caso, dopo l'ultima cifra o dopo l'ultima lettera si può mettere in cancelletto (#)
  • Domiciliazione, ovvero la banca presso la quale la cambiale tratta è domiciliata
  • Nome e indirizzo del debitore
  • Firma dell'emittente Indicazione per accettazione, da parte del trattario

Cambiale Vuota

Compilare una cambiale tratta

Se volete avere un'idea di come compilare (o riempire, se preferite) una tratta, ecco un esempio di cambiale tratta compilata correttamente

Cambiale tratta compilata

Come vedete, non è difficile capire come si compila una cambiale tratta. Ricordate solo che è fondamentale non commettere errori.

Come correggere una cambiale

A volte potrebbe capitare di commettere degli sbagli nella compilazione di una cambiale. In questo caso si può correggere, a condizione che ci sia l'accordo e l'accettazione di tutte le parti.

Nello specifico, la parte sbagliata deve essere sbarrata in maniera tale che ciò che c'è sotto sia ancora leggibile, e bisogna scrivere di fianco (o appena sopra) la dicitura corretta.

Di fianco alla correzione è anche necessario apporre le firme delle parti, che in questa maniera testimoniano di accettare la correzione dell'errore nella compilazione.

Dove comprare una nuova cambiale in caso di errore che non si può correggere?

Ricordiamo che la cambiale va comprata in tabaccheria.

La cambiale per i prestiti

Da ricordare che le cambiali sono il titolo fondamentale per concedere dei prestiti cambializzati. In questo caso è fondamentale apporre, sul titolo stesso, il bollo, altrimenti la cambiale non sarà protestabile e, di conseguenza, l'istituto di credito non potrà attaccare i beni che fanno parte del patrimonio del debitore.

Differenze tra cambiale a pagherò

In Italia esiste anche il titolo noto come pagherò, in cui emittente e pagante sono la stessa persona, o la stessa azienda. Tra i due titoli, cambiale e pagherò, ci sono delle dissimilarità non di poco conto, che abbiamo riassunto nella pagina "differenze tra cambiale e pagherò".

 Voto: 0.0 /5  (0 voti)