Differenza tra cattivi pagatori, protestati e pignorati

Prestiti Cambializzati 360
Prestiti Cambializzati 360

Cattivi pagatori, protestati e pignorati sono tre figure differenti tra di loro, anche se tutte hanno in comune il fatto di aver avuto problemi finanziari. Analizziamo nel dettaglio tali diversità per capire meglio i concetti.

Cattivi pagatori, protestati, e pignorati sono accomunati da problemi, più o meno grandi, nel riuscire ad ottenere un prestito. Banche e finanziarie cercano ovviamente di prestare i loro soldi solo a persone ritenute meritevoli, ovvero quelle che con maggior probabilità potranno essere in grado di rimborsare le rate mensili senza ritardi e senza particolari problemi.

Poiché i cattivi pagatori, i protestati ed i pignorati hanno avuto dei problemi finanziari in passato, sono spesso considerati dei cattivi clienti e per questo possono avere delle difficoltà nell'ottenimento del credito.

Che differenza c'è tra queste tre figure? "Chi è cosa?"

Vediamo di fare chiarezza sui concetti e su cosa accade nei 3 casi.

Cattivo Pagatore

Il cattivo pagatore è chi ha saltato il pagamento di una o più rate in un finanziamento già in essere. Dal momento in cui c'è il mancato pagamento, entro qualche giorno si può essere segnalati come cattivi pagatori nel registro CRIF. La cancellazione può avvenire nel rispetto dei tempi indicati per legge. L'ottenimento di un prestito per chi è cattivo pagatore potrebbe essere una cosa più semplice rispetto a chi è stato protestato o pignorati: solitamente è sufficiente essere lavoratori dipendenti (meglio se con contratto a tempo indeterminato) o, nel caso di autonomi, fornire delle garanzie "ad hoc" (come un garante, una garanzia reale o la sottoscrizione di una cambiale).

Ti invitiamo a seguire i link prestiti cambializzati per i cattivi pagatori, come avviene la segnalazione come catiivi pagatori e come potersi cancellare dal registro dei cattivi pagatori CRIF per avere informazioni più dettagliate.

Protestato

Il protestato è colui il quale non ha onorato il pagamento di una cambiale o di assegno. La levata del protesto è l'atto con il quale questo soggetto viene iscritto nel registro dei protestati. Dal momento in cui questo accade, diventa molto complesso riuscire ad ottenere un finanziamento, anche e soprattutto se parliamo di prestiti cambializzati perché è proprio su una cambiale che potrebbe esserci stato il problema che ha portato all'iscrizione nel registro.

Ti invitiamo a leggere anche le pagine su come si diventa protestati e su come ottenere la cancellazione dal registro protesti.

Pignoramento

Il pignoramento è l'atto successivo al protesto, quando si ha la certezza che il protestato non può in alcun modo restituire le somme di denaro che deve pagare. I beni di cui il protestato è in possesso sono pignorati, ovvero confiscati e venduti all'asta. I ricavi serviranno per pagare in primis i debiti, poi le spese del procedimento. L'eventuale rimanenza è data al protestato.

In conclusione

Come abbiamo visto, cattivo pagatore, protestato e pignorato sono tre figure diverse, in ordine di gravità diciamo che la situazione più complessa è il pignoramento, seguita dal protesto ed infine dal mancato pagamento di una o più rate di un finanziamento.

Quale sia la propria situazione personale, la miglior soluzione è ovviamente quella di cercare di riabilitarsi il prima possibile, se non si sa come fare si può fare una ricerca su internet per "agenzie per riabilitazione protesti" o per "agenzie per riabilitazione cattivi pagatori", si potranno avere tutta una serie di risultati utili a cui potersi affidare.

 Voto: 5.0 /5  (2 voti)