Prestiti cambializzati per disoccupati

Prestiti Cambializzati 360
Prestiti Cambializzati 360

Per chi non ha un lavoro ottenere un finanziamento non è sicuramente una cosa semplice, anche se si parla di prestiti con cambiali. Nonostante questo la firma di una o più cambialo può essere una condizione valida per poter ottenere con successo un finanziamento.

Non avere un lavoro, di solito, preclude la possibilità di ottenere un prestito personale. Disoccupati in generale, ma anche casalinghe e studenti, per tutti loro purtroppo viene meno la garanzia principale che banche e finanziarie cercano in un potenziale cliente: la certezza di un'entrata mensile con la quale poter affrontare il piano di rimborso del finanziamento.

Anche se è difficile, non significa che sia una cosa impossibile, vediamo come poter fare.

Prestiti per disoccupati: il garante

La prima cosa importante è avere un garante. Si tratta di una persona che decide di farsi carico del debito diventandone possibile responsabile nel caso di mancato pagamento da parte del debitore principale. Un garante potrebbe essere un genitore o il coniuge, ma bisogna essere molto attenti perché non tutti i garanti vengono accettati.

Prestiti per disoccupati: le garanzie reali

Un'altra tipologia di garanzia che spesso le banche e le finanziarie accettano sono quelle reali. Si tratta, ad esempio, dell'affitto mensile che si prende su un immobile di proprietà, oppure della rendita ricevuta da un certo investimento, ecc. In generale ci si riferisce a qualunque somma di denaro che si incassa mensilmente (e che si può dimostrare, ovviamente) con la quale si può andare a coprire l'importo della rata periodica del finanziamento.

Garante e garanzie reali sono le prime due cose importanti da osservare nella fase di richiesta di un prestito per disoccupati. Di seguito vediamo altri due punti importanti che possono giocare a favore del richiedente.

Prestiti per disoccupati: le cambiali

La firma di una cambiale a garanzia del prestito per disoccupati potrebbe essere una buona alternativa, a patto che si abbia qualche cosa su cui poi la società finanziaria possa andarsi a rifare: una casa di proprietà (ad esclusione della prima casa), un immobile commerciale, un'auto, ecc.

Per accedere al prestito cambializzato per disoccupati è fondamentale non essere iscritti come cattivi pagatori nè come protestati, e questo ci porta all'ultimo punto in questione.

Prestiti per disoccupati: la storia creditizia

Se si ha già una certa storia creditizia alle spalle è importante che sia pulita! Dunque, non aver mai avuto problemi nel rimborso di prestiti precedenti (dunque non si è segnalati come cattivi pagatori), nè essere stati segnalati come protestati potrebbe rappresentare un buon vantaggio.

Prestiti per disoccupati: la soluzione dei finanziamenti tra privati

Se le banche e le finanziarie non dovessero in alcun modo concedere il finanziamento ci si può rivolgere ai prestiti tra privati. Si tratta di una modalità di finanziamento in cui il prestatore non è un istituto di credito bensì un privato cittadino che decide di mettere a disposizione del denaro che ha da parte appoggiandosi ad un servizio come Smartika o come Prestiamoci.

 Voto: 0.0 /5  (0 voti)