Cancellazione dal Registro dei Protesti

Prestiti Cambializzati 360
Prestiti Cambializzati 360

La cancellazione dal registro dei protestati è un atto fondamentale per poter essere riabilitati e, dunque, tornare a richiedere nuovi prestiti e finanziamenti senza alcuna limitazione. Scopriamo quanto tempo deve passare e quali sono le possibilità per poter essere cancellati da tale registro.

La cancellazione dal registro dei protesti è l'atto con il quale una persona, precedentemente iscritta, può riabilitarsi.

Sono tre i casi in cui può avvenire la cancellazione, ovvero:

  • Avvenuto pagamento della cambiale
  • Elevazione del protesto non legittima
  • Riabilitazione

Cancellazione dal registro protesti: il pagamento della cambiale

Se il debitore effettua, entro 12 mesi, il pagamento della cambiale per la quale era stato protestato, incluse tutte le spese legate al protesto e gli interessi maturati nel periodo, ha diritto di chiedere la cancellazione dal registro dei protestati

Questa regola si applica solo se il protesto riguarda cambiali o vaglia cambiari, non nel caso di un assegno. Per la cancellazione dal registro dei protesti dopo aver pagato un assegno, ti rimandiamo alla fine di questa pagina.

Cancellazione dal registro protestati: il protesto non legittimo

A volte capita di essere iscritti nel registro dei protestati per errore. E' una situazione alquanto spiacevole che però potrebbe capitare. In questo caso si può chiedere l'immediata cancellazione del protesto dopo aver fornito la prova che si era stati iscritti per errore.

La cancellazione può avvenire anche d'ufficio da parte di coloro che avevano elevato illegittimamente il protesto.

Questa modalità di cancellazione dal registro si applica, alle cambiali, ai vaglia cambiari e agli assegni.

Cancellazione dal registro protestati: la riabilitazione

Nel caso in cui una persona protestata sia stata dichiarata riabilitata dal tribunale può ottenere la cancellazione dal registro dei protesti. La riabilitazione è sempre dichiarata dal tribunale. Questo punto si applica alle cambiali, ai vaglia cambiari e agli assegni. In maniera specifica per gli assegni, è l'unico modo per poter ottenere la cancellazione dal registro dei protestati.

Cancellazione dal registro protesti: il pagamento di un assegno

Anche se un assegno per cui si è stato protestati viene pagato immediatamente dopo la levata del protesto stesso, la cancellazione dal registro non avviene (cosa che invece accade nel caso di un protesto nato per delle cambiali o per dei vaglia cambiari non onorati).

In questo caso è sempre necessario il decreto di riabilitazione da parte del tribunale. Per maggiori informazioni, ti rimandiamo alla pagina apposita del sito della Camera di Commercio di Padova.

 Voto: 0.0 /5  (0 voti)